martedì 26 gennaio 2016

Character Design di Naja e Relumi + Nuova Data per il Capitolo 7


Buongiorno a tutti, cari lettori.
Stamattina vi porto novità circa il nuovo capitolo e le nuove versioni dei character design di Naja e Relumi, in cui ho rivelato anche i loro cognomi (solo quello di quest'ultima però ancora provvisorio).


Clicca qui per vedere la versione più grande.

Clicca qui per vedere la versione più grande.



Innanzitutto, parliamo della loro ideazione. Come prima cosa, c'è da ricordare che a me piace molto giocare di fantasia (non a caso stiamo parlando di un fantasy) e con l'effetto che producono in me i suoni che mi vengono in mente.

E sto anche attento a non dar loro dei nomi troppo banali, come possono essere ad esempio quei nomi che suonano più o meno anglofoni; e ovviamente presto molta attenzione a non cadere nell'effetto "ridicolo", andando troppo di immaginazione: insomma, un po' come in tutte le cose, il troppo stroppia.

Ed ecco anche perché cerco sempre di mantenere una certa semplicità/familiarità, piuttosto che puntare su nomi quasi impronunciabili, tipici di molti fantasy.

Detto ciò, siccome i due personaggi condivideranno all'interno della storia un "ruolo comune", ho dato loro due cognomi creati con la medesima logica.

Il mio obiettivo era quello di dar loro dei suoni che non solo risultassero eufonici ma che suggerissero contemporaneamente anche un senso di virtù e dolcezza.  Le parti iniziali dei loro cognomi (Del e Via) assolvono proprio al compito di suggerire questa "dolcezza" (ciò anche in funzione del fatto, che sono ragazze) mentre le parti finali (Zagon e Zelon) credo proprio che suggeriscano concetti come forza e coraggio.

Inoltre, poiché il loro destini saranno legati ai Sette Draghi Elementali, i loro nomi contengono sillabe che si rifanno a questi ultimi: il "gon" di Naja viene ovviamente dalla parola inglese dragon, mentre il "lon" di Relumi da long, la parola cinese per indicare questa figura fantastica.

Infine, ai personaggi principali, loro compresi, do sempre un "tocco di me": ecco che quindi le sillabe "Del" e "Via" provengono direttamente dal mio cognome.

Parlando invece della realizzazione grafica dei nuovi character design, ho deciso di rifarli per tre motivi:

1) Mi è stato suggerito da più voci di cercare di dare a Naja un aspetto più femminile, e così ho lavorato in tal senso, giocando con le fattezze di occhi, ciglia, lineamenti generali e vari altri accorgimenti. Inoltre ne ho approfittato per applicare ai suoi capelli un effetto chiamato "tracciamento", che ho visto applicato ad Edward di Fullmetal Alchemist Brotherhood. Leggendo una parte del booklet allegato ai dvd, i realizzatori hanno spiegato che hanno colorato la lineart dei capelli di Edward per far capire immediatamente agli spettatori che lui era il protagonista. Seguendo lo stesso concetto, ho applicato l'idea anche a Naja, e credo che ciò le conferisca anche un aspetto ancor più delicato/femminile.

2) A livello di colorazione e realizzazione tecnica delle lineart in generale, volevo provare ad alzare l'asticella (mi riferisco al caso di Naja, poiché i disegni di quello di Relumi erano comunque abbastanza recenti, e così non li ho rifatti). Insomma, il mio scopo era quello di far sembrare che fossero davvero character design usciti fuori da un anime. Che dite, ci sono riuscito?

3) Poi, volevo dar loro un tocco più professionale.


Per quanto riguarda invece la data di pubblicazione del Capitolo 7, non so di preciso quando uscirà.

Come già detto in precedenza, è un capitolo di estrema importanza, che fa da collegamento alla parte finale dell'introduzione e da colonna portante per tutta la storia. Insomma, questo per dire che mi prenderò tutto il tempo necessario affinché possa scriverlo nella maniera più degna.

Ora sono circa a metà, e conto di farlo uscire entro il secondo lunedì di Febbraio.

Questo anche perché sto lavorando contemporaneamente a tutta un'altra serie di altre cose, legate a Naja o a me in generale (bollono cose davvero succulente in pentola, raga'!).

Nel frattempo, per chi volesse ingannare un po' l'attesa, vi lascio un estratto della prima pagina (da non considerarsi ancora definitivo). E ne approfitto per dirvi che entro la prossima settimana dovrei aprire le commissioni, e che quindi se i character design che avete visto fossero stati di vostro gradimento potete già contattarmi per chiedermi di realizzarne di vostri in maniera analoga (ovviamente, per il momento i prezzi saranno molto modici).

ESTRATTO DAL CAPITOLO 7 - Blulan e il Re di Zendria

Zam! Naja scagliò contro il lupo una saetta, ma quello la scansò.

« Ehi, ehi! Naja, sono io! » disse lui, ergendosi sulle zampe.

« Blulan…?! » chiese lei stupita, riconoscendo il caro amico d’infanzia, una mezza bestia cane: [...]

« E chi altri sennò? » domandò lieto lui, prima di essere catturato dall'abbraccio di Naja.

« Che bello, dopo tutto questo tempo, sei tornato…! Mi sei mancato davvero tantissimo, Blulan…» disse lei, con tenerezza.

« Oh beh, sì…credo che si possa dire qualcosa del genere anche per me…» rispose Blulan, ostentando un certo finto distacco e limitandosi a darle soltanto un paio di colpetti sulla sua spalla.

« Qualcosa del genere? » disse la ragazza, con tono faceto; dopodiché buttò l’occhio sull’armatura che indossava riconoscendo, con una leggera e velata amarezza, che era quella era dell’Ordine dei Cavalieri Bianchi.  « Toh, anche se sei diventato Cavaliere, la parte del duro ancora non riesci a farla! Guardati, stai ancora scodinzolando, ah ah! » scherzò quindi, indicandogli la coda.

« Aaah, insomma! Mi pare ovvio che anche io sono felice di rivederti… Ma lo sai che non sono tipo da cose sdolcinate, io, a differenza di una certa principessina di mia conoscenza…»

« Principessina a chi, sacco di pulci? »

« Vedi qualche altra figlia del re qui attorno, a buffi capelli? »

I due si fissarono per qualche istante, con complici accigli; poi, scoppiarono in una risata.

« Ah Ah Ah! Non sei cambiato di una virgola, Blu. Almeno caratterialmente » osservò Naja. « Invece guarda guarda come ti sei fatto grande e grosso! Sembri quasi un orso! » aggiunse, girandogli attorno.

« Oh, sai com’è, un po’ lo sviluppo, un po’ gli allenamenti con un vero orso. Però qui non sono mica l’unico, sai. Anche tu sei cresciuta, Naja. Non sei più una ragazzina, e devo dire che trovo anche te in ottima forma fisica ».

« Beh, appunto, lo sviluppo, l’addestramento…» replicò lei, un po’ imbarazzata. « Piuttosto, senti un po’, ma da quant’è che sei tornato a Lagania? » disse quindi per sviare il discorso.

[CONTINUA]


venerdì 22 gennaio 2016

Recensione Antithesis di Jessica Marino



Progresso tecnologico e rispetto per natura: due temi sempre al centro dell’attenzione nei dibattiti riguardanti il futuro della nostra società. Da un lato c’è una voce che desidera lo sviluppo sostenibile, la decrescita, una maggiore armonia fra uomo e ambiente…dall'altro invece vi è il silenzio di chi desidera avere tutto e subito, di chi vuol annegare la propria coscienza nei social network, di coloro a cui non importa continuare ad ispirare l’aria inquinata delle nostre città…

Antithesis, fumetto di Jessica Marino, mette sotto i riflettori proprio questo, racconta questo scontro di visioni del mondo; visioni che si incarnano in due coppie di soggetti, messi uno dentro l’altro un po’ a mo’ di matrioska: innanzitutto i continenti di Qayin e Hevel e poi i due personaggi protagonisti, Xavier e Gwen.


A sinistra la visione di Xavier: limitata, con uno spiraglio solo sui divertimenti.
A destra quella di Gwen: decisamente più aperta ma perplessa su cosa ci sia oltre
la "nebbia inquinata" di una città di Qayin.

Xavier è un qayiano (o uno “spento”, per chi abita in Hevel): capelli corvini, faccia da schiaffi e sempre in compagnia della sua fidata pistola Blackfox; un po’ come tutti i suoi compatrioti vive all’insegna del divertimento e fa del guadagno e del raggiro i principi cardine della sua filosofia di vita.



Gwen è invece heveliana ed è la caposquadra del suo gruppo (di cui fa parte anche il suo gattone Caleb). È del tutto rispettosa di madre natura, e sebbene all'apparenza possa sembrare una ragazza normale, in realtà oltre ad essere dotata di notevoli abilità atletiche ha anche un di modo di comportarsi piuttosto ”singolare”, per via delle sue origini. 



Un paio di personaggi quindi molto diversi fra loro, ma proprio questa loro diversità produrrà un’ interazione scoppiettante, che sarà il motore principale di Antithesis.

Gwen non è manesca, è il suo modo di dimostrare affetto XD

Una storia che parte subito in quarta con una missione d’avanscoperta di un gruppo di heveliani capitanati da Gwen, avente lo scopo di recuperare animali da riportare in patria. Durante uno dei sopralluoghi, la protagonista si imbatte in Xavier nel mentre quest’ultimo era intento a rubare all’interno di un magazzino; la ragazza lo cattura e decide di sfruttare la sua conoscenza del territorio qayiano per portare a termine la sua di missione. Inizia così una (forzata) collaborazione fra i due.

Il gruppo di Gwen: da sinistra, Neil, Hector e Leda.

La lettura del primo numero di Antithesis, che è composto da ottanta tavole, procede dall’inizio alla fine in maniera davvero egregia, grazie alle competenze maturate dalla giovane autrice presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli e la Scuola Internazionale di Comics di Roma. Infatti, anche se è alla sua prima opera, Jessica Marino ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per poter lavorare in questo settore

Infatti il numero di copie andate velocemente in sold-out a Lucca ne è la prova più lampante, oltre al fatto di possedere già un nutrito numero di fan sulla propria pagina Facebook. Ma a cosa è dovuto tutto questo? Magari vi starete chiedendo.


Che Xavier abbia dimenticato qualcosa nel forno?


Innanzitutto, l’autrice si presenta al grande pubblico con un character design molto personale, frutto di un mix di diverse scuole di fumetto (tanto occidentali quanto orientali). In secondo luogo, le tavole di Antithesis, tutte colorate da lei, non sono per niente pesanti da leggere, e ciò per via di (almeno) sei fattori che elencherò qui di seguito.

1) Tutte le tavole sono state chiaramente impostate al fine di mettere a suo agio qualsiasi tipo di lettore, grazie a vignette di natura semplice e regolare.

2) Le strisce per pagina in media sono tre, e così il lettore non si troverà a dover decodificare molti disegni.

Gwen non è il tipo da fare giri di parole.

3) La regia generale è di un notevole livello, grazie alla (consapevole) manipolazione della forma e delle dimensioni delle vignette; e stessa cosa dicasi per gli eventi raccontati: dialoghi e scene d’azione si alternano in maniera efficace, con un buon ritmo.

4) La colorazione di tipo “cartone animato” scelta dalla Marino, basata perlopiù sul mettere ombre e/o luci alle tinte base, rende la lettura molto leggera e scorrevole.

5) Il disegno appare decisamente solido in ogni suo aspetto (anatomie, prospettive, sfondi…), e ciò permette al lettore di capire esattamente cosa succede all’interno delle vignette, oltre a dare enfasi a particolari scene, come nell'esempio qui sotto riportato.




6)  La pulizia del suo tratto e la capacità di sintesi dell’autrice (tanto nei disegni quanto nei testi) sono altri due punti a favore della scorrevolezza del racconto, che arriva all’ultima pagina senza il benché minimo intoppo.

Per quanto riguarda l’apparenza del volume in sé pe sé, il fumetto è paragonabile a prodotto “da libreria”, tanto è curato nell’apparenza grafica e nel lettering (quest’ultimo, un aspetto piuttosto raro anche nelle produzioni di case editrici di medie dimensioni!).



video

Arrivati a questo punto, a chi sta leggendo questa recensione può sembrare che stia parlando di Antithesis come un fumetto TOP CLASS, esente da difetti, ma in realtà non è proprio così. Ad essere più precisi, più che di veri difetti forse sarebbe più corretto parlare di "difetti relativi". In ogni caso, tre sono secondo me gli aspetti che un acquirente potrebbe tenere in considerazione, ai fini della valutazione dell'acquisto:


È arrivata l'ora dei CONS, che non piace a nessuno XD


1) Il primo volume fa palesemente da introduzione a una vicenda che non si esaurirà in due o tre numeri, e ciò potrebbe scoraggiare quel tipo di lettore che desidera leggere un qualcosa di più breve; d’altro canto, per tutti gli altri, la lettura termina talmente bene che comunque vien subito voglia di continuare con il secondo, già in lavorazione.

2) Potrebbe essere un prodotto che non si confà ai gusti di chi vuol vedere cose mirabolanti, superpoteri o grazie messe all’aria: Antithesis è un’opera seria, che ha più lo scopo di voler comunicare un messaggio di fondo piuttosto che “dare sfoggio di qualcosa o essere originale a tutti i costi”.

3) Non potrete comprarlo in fumetteria poiché è un’autoproduzione (o per meglio dire, non è inserito in un circuito di distribuzione nazionale): strano a dirsi, visto il livello dell’autrice, ma non è stato ancora pubblicato sotto il marchio di un editore (e speriamo che qualcuno si faccia presto avanti). Quindi, gli unici modi per recuperarlo sono quelli di comprarlo alle fiere in cui l'autrice parteciperà oppure su Internet, tramite il suo sito web.

Il primo numero costa soltanto 7,5 €: un prezzo davvero economico per un fumetto di formato A5, tutto a colori e stampato su una carta bella bianca e liscia; e per qualche spicciolo in più potrete portarvi a casa anche le spille, portachiavi e segnalibri di Gwen e Xavier.

Per concludere, come potete già immaginare, il mio parere circa Antithesis risulta essere molto positivo: nel panorama delle produzioni dei giovani fumettisti italiani, è sicuramente un'opera che spicca con merito, e per questo ne consiglio caldamente l’acquisto un po’ a tutti. Se quanto da me scritto vi ha incuriosito, qui sotto vi lascio alcuni link interessanti, per approfondire la conoscenza del fumetto e dei suoi personaggi:

Pagina FB di Antithesis (dove l’autrice posta wip e materiale bonus)
Sito Web di Antithesis (dove potrete leggere gratis i primi capitoli e acquistare l’albo)
Intervista a Jessica Marino da parte di Animeclick




Arrivederci, da Gwen, Xavier e Caleb!

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se desideri avere anche tu una recensione come questa, scrivimi all'indirizzo di posta elettronica indicato nella sezione contatti del mio blog.

Se questa recensione è stata di tuo gradimento, fammelo sapere dandole un voto, qui sotto.

lunedì 11 gennaio 2016

Aggiornamenti su The Story of Naja - Gennaio 2016

Aggiornamenti su The Story of Naja



Buongiorno a tutti, cari lettori! Con questo post desidero aggiornarvi su The Story of Naja, su ciò che è successo e su quello che avverrà nei prossimi mesi. Divido per punti, così da rendere la lettura meno pesante. Per chi non conoscesse ciò a cui sto lavorando, può visitare la pagina dedicata sul sito di Doraetos Manga oppure quella presente, qui su, nel mio blog.

1) Innanzitutto, rispetto alle mie aspettative il riscontro generale è stato molto, molto positivo. In tutta sincerità non credevo che potessi ricevere, in tempi così relativamente brevi, così tante impressioni positive sul mio lavoro. Un paio di lettori mi hanno regalato anche due fanart,  cosa che mi ha fatto davvero molto, molto piacere ricevere! Per chi se le fosse perse, le pubblico qui di seguito (la prima è ad opera di Ayane Aya, mentre la seconda di Luca Torraco):






2) Da pochi giorni tSON è disponibile per la pronta lettura online anche su un'altra importante piattaforma oltre a Wattpad: sto parlando di EFP, la prima community italiana dedicata ai romanzi e alle fanfiction. Qui potrete leggere Naja senza registrarviCliccando su questo link potete accedere alla pagina dedicata a Naja.



3) The Story of Naja sarà in vendita, in versione autoprodotta, al Napoli Comicon 2016. Sarà un numero 0 e conterrà tutti i capitoli pubblicati sin ora più quelli che andranno a chiudere la parte iniziale della storia generale (in tutto quindi saranno circa una decina).

Ovviamente, parte di questo materiale resterà esclusiva cartacea per un periodo ancora da determinare con precisione, forse un mesetto. Comunque, in soldoni, la morale è "per proseguire la lettura, c'è l'autoprodotto", ecco.

E, a proposito della "questione devo pur campare in qualche modo anche io", ne approfitto per chiarire una cosuccia: The Story of Naja non è stato creato per essere totalmente gratuito. Tutto ciò che sarà tale è soltanto la prima parte della storia (quella che appunto serve giusto da "introduzione", grosso modo i primi dieci capitoli), storie bonus, dialoghi aggiuntivi, materiale grafico di varia natura e altri contenuti del genere.

Chiusa parentesi, in fiera sto cercando di lavorare al fine di portare la versione fumettata piuttosto che soltanto quella romanzata. Maggiori aggiornamenti li darò nel corso di questi mesi, quindi stay tuned. Nel frattempo vi lascio un WIP di una illustrazione tratta dal secondo capitolo (leggibile a questo link):

Il fiore del fulmine nero, lasciato dallo spettro ad un ignaro aerinaio.


4) Sto progettando diversi contenuti supplementari per promuovere The Story of Naja. Ad esempio, sto creando delle pagine di fumetto bonus dedicate alla protagonista e sto già lavorando alla stesura di un articolo dedicato a tutti gli animali presentati sin ora, con tanto di illustrazioni (quindi gande volanti, rospobalene, furchili, animali fantasma, etc, etc). È in pentola anche qualcosa "di più, molto sfizioso" ma per il momento preferisco fare il misterioso. Comunque, presto arriveranno anche altri yonkoma! :)

5) Nelle prossime settimane arriveranno i character design di Blulan, Disaia e Yuniko; e credo che arriverà anche una nuova versione di quello di Naja.

6) Sulla pagina Facebook di Doraetos Manga è stato pubblicato un album dedicato ai Did You Know delle nostre opere, che verrà di settimana in settimana aggiornato con nuovi contenuti. Fra le immagini disponibili ce ne sono diverse anche di Naja. Qui sotto un esempio:



7) Nel banner dell'IICA2015 pubblicato in home sul portale Animeclick c'è un volto a noi noto. :D




9) La data di pubblicazione del settimo capitolo, intitolato "Blulan e il re di Zendria",  è fissata per il giorno 25 Gennaio. Se ce la si fa prima, darò comunicazione sul sito e sulla pagina FB di Doraetos Manga. In ogni caso, mi son mantenuto largo perché vorrei dedicarmi a questo capitolo con la massima attenzione: presenterà infatti due personaggi cardine della storia e voglio presentarli nel migliore dei modi possibili.

Sarà un capitolo dedicato più che altro una serie di dialoghi ma dovrei riuscire a chiuderlo con un altro bel cliffhanger, che svelerà ciò che avrà in mente di fare Yuniko nei capitoli successivi. Vi anticipo qualcosina: ci sarà un ulteriore scontro, questa volta su una scala più grande rispetto ai precedenti, sarà evocato un mostro che è uscito direttamente da un mio incubo e ci saranno un paio di new entry...che sicuramente, sicuramente, non vi aspetterete! :D

Bene, e con ciò dovrei avervi aggiornato un po' su tutto. Dico "dovrei" perché gli impegni che esulano da Naja sono tanti e a volte ho la sensazione di fare un po' il giocoliere. Chiudo questo post ricordandovi che al link seguente è disponibile un form online in cui potrete lasciarvi le vostre opinioni e/o le vostre impressioni a pelle su tutto quello che riguarda The Story of Naja. Grazie mille per l'attenzione e buon inizio di settimana a tutti!